28 October - 2 November 2010
FICTS (FÉDÉRATION INTERNATIONALE CINÉMA TÉLÉVISION SPORTIFS, 113 PAESI ADERENTI), RICONOSCIUTA DAL CIO, E' LA FEDERAZIONE INTERNAZIONALE DELLE TELEVISIONI SPORTIVE E IMMAGINI SULLO SCHERMO

Ottimizzato per Chrome e Firefox

Altre News

“EL IMPENETRABLE”, PRIMO FILM DISTRIBUITO DA MILANO FILM NETWORK, AL CINEMA “BELTRADE” FINO AL 23 LUGLIO

Al Cinema Beltrade di Milano è in tenitura, fino al 23 luglio, "El Impenetrable" pluripremiato film di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini, Miglior Documentario al Festival Biarritz America Latina, Grand Prix Traces de Vies al Festival di Clermont Ferrand e Secondo Premio a Filmmaker Festival 2012 .

Il film è uscito in sala distribuito da Milano Film Network, la rete che unisce l'esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi per offrire una proposta culturale lungo tutto l'anno e una serie di servizi per chi si occupa di cinema e audiovisivo a Milano e in Italia. A questo proposito, il film di Incalcaterra e Quattrini, è il primo titolo distribuito dal MFN all’interno del catalogo Seven, una selezione di film che offre la possibilità di  far circolare a livello nazionale  le opere che hanno riscontrato maggior  successo di critica e pubblico nelle ultime edizioni dei sette Festival del Network.

Dopo Milano, El Impenetrable raggiungerà altre sale italiane grazie anche alla collaborazione con la Rete degli Spettatori, associazione culturale indipendente che promuove i film italiani di qualità e l'incontro tra autori e pubblico.

Per le prossime uscite consultare il sito: www.milanofilmnetwork.it.

Girato interamente in Paraguay, il film racconta la storia di un viaggio in una delle più grandi foreste della terra, tra sfruttamento e corruzione.

 

SCHEDA FILM

El Impenetrable

di Daniele Incalcaterra, Fausta Quattrini, 2012, Francia, Argentina, 92'
Fotografia: Daniele Incalcaterra, Fausta Quattrini, Cobi Migliora
Suono: Agustin Alzueta, Luciano Bertone, Sakio Hiraiwa
Montaggio: Catherine Rascon
Mixaggio: Dominique Vieillard
Musica: Pablo Gignoli
Distribuzione: Milano Film Network

El Impenetrable è il nome dato tradizionalmente alla foresta del Chaco, divisa tra Argentina, Bolivia, Brasile e Paraguay, la seconda per estensione in America Latina, ricchissima di biodiversità, fondamentale per il suo contrasto all'effetto serra e vitale per le popolazioni native che ancora vi resistono. Oggi quella foresta, sforacchiata da latifondi destinati ad agricoltura e allevamento industriali, all'estrazione del petrolio e ad altre forme di sfruttamento e impoverimento dell'ambiente, mantiene qua e là qualche terreno intonso. Daniele ne ha ereditato uno, 5000 ettari, da suo padre.  Nel corso della storia la ribellione verso i padri ha stimolato gesti straordinari, piccoli e grandi. Anche Daniele vuole fare qualcosa che suo padre mai avrebbe contemplato: restituire la terra agli indios Guarani-Ñandevas. “Restituire la terra alla terra”. Una peregrinazione lunga e difficile, molti chilometri di strade sterrate dai percorsi disorientanti, cancelli, fucili e altri ostacoli, fanno dell'Impenetrable un oggetto ancora più irraggiungibile, e l'idea si trasforma in un miraggio. L'ideale un po' naif della “riparazione” nei confronti degli indios si scontra con un sistema nel quale la crescita economica ha preso un cammino a senso unico, che coinvolge gli indios stessi e che un individuo non può fermare. Ma l'ostinazione di Daniele, aiutato da alcuni amici, è più forte di ostacoli e minacce.

PREMI

Venezia 2012 – Selezione ufficiale – fuori concorso
2013, Festival Biarritz America Latina – Miglior Documentario
2013, Festival de Cine Español de Málaga, Premio della Giuria
2013, Sicilia Ambiente Festival, Primo Premio
2013, Clermont Ferrand, Grand Prix Traces de Vies
2012, Filmmaker Fest Milano, Secondo Premio
2012, Festival Mar Del Plata, Argentina, Premio del Pubblico

 

LA FICTS CON IL PREMIO INTERNAZIONALE “FAIR PLAY MENARINI” IL 23 LUGLIO A CASTIGLION FIORENTINO (AR)

Presentato a Roma, nel Salone d’Onore del Coni, la XVIII edizione del Premio Internazionale “Fair Play” Menarini curato dall’“Associazione Premio Internazionale Mecenate” che avrà luogo a Castiglion Fiorentino (Arezzo) in Piazza del Municipio il 23 luglio.

Il Prof. Franco Ascani Presidente della FICTS (che patrocina l’evento) è Membro della Giuria Tecnica del Premio Internazionale. Lo scopo dell’iniziativa è quello di assegnare significativi riconoscimenti a personaggi e/o Istituzioni Sportive Nazionali ed Internazionali per iniziative che rappresentino valenze di alto livello morale nel settore specifico del “Fair Play”.

Piazza del Municipio e Logge Vasariane a Castiglion Fiorentino

Saranno premiati i campioni sportivi che meglio si sono distinti per lealtà, etica e rispetto nella loro carriera professionale. Il presidente del Comitato Organizzatore, Angelo Morelli, ha presentato alla stampa i premiati dell’edizione 2014, che sono: Alessandro Birindelli, a cui va il Premio Fair Play, "Una vita per lo sport" a Claudia Bokel, “Fair Play per la Pace” a May Faysal El-Khalil, “Sport e vita” a Anastasia Davydova, “Promozione dello sport” a Niccolò Campriani, “Un modello per i giovani” a Valerio Aspromonte, “Personaggio Mito” a Marit Bjoergen e Predrag Danilovic, “Lo sport oltre lo sport” a Daniele Molmenti, “Sport e solidarietà” a Luca Galimberti, “Narrare le emozioni” a Emanuela Audisio e La Domenica Sportiva, “Nicola’s Foundation” a Stefano Domenicali, “Sport e sponsor” a Maniva Spa, Premio speciale “SUSTENIUM Energia e cuore” a Ivan Origone, Premio speciale Fiamme Gialle “Studio e sport” a Camilla Rossi.

 

IL PRESIDENTE FICTS PROF. ASCANI A BRUXELLES: LA DIMENSIONE EUROPEA DELLO SPORT

Promosso dall’ “Union of Professional Ki Life” (U.P.K.L. aisbl) e dai suoi Partner, a Bruxelles, presso la sede della Commissione Europea (Nuovo Edificio Charlemagne), si è tenuto un incontro con una Delegazione della Commissione Europea sul tema “Sport dell’Unione Europea” con l’intento di ridefinire un nuovo modello sociale attraverso una politica di educazione permanente dei cittadini nelle diverse età evolutive, coerente ai principi fondanti l’Unione Europea che scende in campo (2014-2020) per realizzare uno stile di vita fisicamente attivo nella dimensione sociale, economica, sanitaria, ludica e sportiva attraverso la promozione dello “Sport per Tutti e per la Salute” inteso come attività fisica libera, spontanea e ricreativa, con ogni mezzo disponibile e nell’ambito delle reciproche possibilità.

Il Presidente FICTS Prof. Franco Ascani
a Bruxelles alla Commissione Europea

Individuati i progetti per l’interscambio culturale (Vedi linee progettuali della FICTS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs rappresentata dal Presidente Prof. Ascani) e delle best practice nella dimensione educativa dello sport a livello europeo (Vedi Progetto UESpT - Union Européenne Sport pour Tous) e le procedure per il Progetto “Erasmus Plus” (obiettivi, azioni, attività, strumenti), è stata presentata la “Carta dello Sport”.

L’U.P.K.L. ha tracciato la figura dell’educatore sociale-sportivo nel contesto dell’identificazione, formazione, qualificazione e certificazione degli operatori delle professioni e delle discipline e del loro riconoscimento e individuati i parametri standard europei di formazione per lo sviluppo delle qualifiche e delle figure professionali del settore sport.

19-06-2014

 

FIFA WORLD CUP BRASILE 2014: TECNOLOGIA IN CAMPO

Riprese in 4K, telecamere per i goal fantasma, dimostrazioni di neuroscienza in campo: i “Mondiali di calcio Brasile 2014” saranno i più tecnologici di sempre con uno spiegamento di risorse hi-tech mai visto fino ad ora. La copertura media sarà imponente grazie alle 37 le telecamere presenti sul campo che seguiranno ogni singola partita.

La vera innovazione del Mondiale brasiliano sarà il goalcontrol-4D, tecnologia che avrà il compito di giudicare in modo oggettivo e insindacabile i cosiddetti “goal fantasma” in tempo quasi reale. Il film ufficiale della FIFA World Cup Brasile 2014 e tre partite del torneo (tra cui la finale), saranno girati in tecnologia 4K.

 

LA FICTS PER LA CAMPAGNA “VIVERE DA SPORTIVI: A SCUOLA DI FAIR-PLAY”. SCUOLE IN GARA PER IL FESTIVAL DI VIDEO-SPOT

Con lo slogan “IO SCELGO IL FAIR PLAY” parte la sfida del video-concorso proposta dal comitato “Vivere da Sportivi: a scuola di fair play” a tutte le scuole secondarie italiane a cui la FICTS, nell’ambito delle attività culturali ed educative, ha concesso il Patrocinio.

La campagna nazionale progettata per stimolare i giovani ad una scelta di vita etica basata sui valori fondamentali dello sport: lealtà; autodisciplina; condivisione; rispetto dell’avversario, di se stessi e del bene comune; superamento delle barriere culturali, linguistiche e razziali; gioco di squadra. E, dato l’innegabile ruolo educativo dello Sport nella crescita dei ragazzi, la competizione si giocherà proprio con brevi filmati e spot realizzati dagli studenti e dai docenti, sul significato del Fair Play.

Tre i momenti clou della manifestazione partita a gennaio: coinvolgimento scuole e raccolta video (fino a giugno); selezione corti da parte di una giuria di esperti (luglio-settembre); Festival e consegna premi ai vincitori (ottobre). Una kermesse romana di tre giorni con studenti, docenti, ospiti e istituzioni.

Alla prima edizione “Vivere da Sportivi: a scuola di fair play” 2014, non poteva mancare il patrocinio di Coni e Cip, oltre a quelli della Presidenza del Consiglio, del Ministero dell’Interno, Difesa, Salute, dell’Unione Europea e della FICTS Federation Internazionale Cinema Television Sportifs, ad anticipare l’edizione 2015 ‘Be a Good Sport’.

I video vincitori saranno presentati (con dibattito) - alla presenza delle Organizzazioni Sportive (Nazionali ed Internazionali) sensibili alle tematiche del fair-play – a “Sport Movies & Tv 2014 – 32nd Milano International FICTS Fest” a Milano dal 3 all’8 dicembre e proiettati in loop sugli schermi per tutta la durata del Festival.

Numerosi i filmati già prodotti dalle scuole grazie al Presidente del CONI Giovanni Malagò e ai testimonial sportivi che coi loro messaggi sul sito www.viveredasportivi.eu hanno contribuito a vivacizzare l’attenzione dei giovani, creando un effetto boomerang sui social network.

 
Altri articoli...