Cinema e Giochi Olimpici

cinemaIl cinema critico-espressivo vorrebbe ridestare la presenza di spirito, sottolineando l’autonomia e l’alterità delle immagini: la loro qualità non deve essere negata o diluita nel dispositivo meccanico della narrazione, ma prendere rilievo sullo sfondo. Una specie di conflitto nasce e cresce fra le immagini e ciò che esse dicono. Un conflitto fra il film e il cinema, tra la significazione (che è racconto) e la visione (che è la percezione). Il film deve rispondere alle necessità di creare delle aspettative nello spettatore, di articolarle e di soddisfarle e costruisce quindi percorsi narrativi finalizzati alla realizzazione di tali esigenze. La costruzione del divenire e della narrazione è quindi effettuata per creare dinamiche emozionali particolari nello spettatore, capaci non solo di assicurane l’attenzione, ma di garantire la sua partecipazione psichica.

Considerando che i Giochi Olimpici sono l’espressione concreta dell’Olimpismo, il film Olimpico deve rappresentare i valori ed il significato dell’Olimpismo sul grande schermo.

Il cinema è un evento magico sotto molti aspetti. Le immagini (fotografate su pellicola che “si muovono” scorrendo alla velocità di 24 fotogrammi al secondo) che prendono vita sullo schermo, assomigliano a un sogno e hanno un fascino segreto, quasi inconscio.

La FICTS come strumento di promozione delle immagini Olimpiche

collage2

La FICTS, Federation Internationale Cinema Television Sportifs, è l’organizzazione del Cinema e della Televisione Sportiva fondata nel 1983 e riconosciuta nello stesso anno dal Comitato Internazionale Olimpico, presieduta dal Professor Franco Ascani, è presente in 114 Paesi nei 5 Continenti. I Membri del Consiglio di Amministrazione, delle 4 Commissioni  ed i Soci iscritti, contribuiscono con il loro know-how promuovendo ed incrementando lo sviluppo dei Valori Olimpici e la cultura delle discipline sportive attraverso l’effettivo utilizzo del potere dell’immagine sportiva, in collaborazione con i Membri della Famiglia Olimpica, ovvero le Federazioni Internazionali, i Comitati Olimpici Nazionali, i Musei Olimpici, le Accademie Olimpiche, in accordo con le direttive emanate dal CIO.

Pechino2008

FICTS Is Culture Through Sport” leit motiv della Federazione è un Programma basato sulla convinzione che le immagini sportive abbiano un fortissimo potere comunicazionale, tanto da non far dimenticare mai le più grandi imprese e siano protagoniste con tutta la loro forza attraverso diverse modalità espressive.

Il Programma “FICTS Is Culture Through Sport” si rivolge al mondo dello sport, alle istituzioni, ai soggetti del mondo culturale, tecnico e professionale, ai media e alla comunicazione, alle scuole e alle Università per comunicare la valenza positiva dello sport, i suoi valori universali, le prestazioni agonistiche, la pace, la fratellanza e la multietnia, il rispetto delle regole, di se stessi, dell’avversario e dell’ambiente.