23 Giugno: 71° Olympic Day. La cultura attraverso le immagini con la FICTS

20 Giu 2019

L’Olympic Day, quest’anno festeggia il 71° anniversario. Il 23 giugno è la ricorrenza della data in cui nascono ufficialmente a Parigi, nel 1894, i Giochi Olimpici dell’Era Moderna, una giornata mondiale per conoscere i valori olimpici attraverso attività sportive, seminari, esibizioni ed iniziative speciali.

Il Presidente della FICTS Prof. Franco Ascani, Membro della Commissione Cultura e Patrimonio Olimpico del CIO, in occasione dell’Olympic Day, ha dichiarato: FICTS Is Culture Through Sport è il titolo del programma finalizzato a rafforzare il legame tra valori positivi e la celebrazione dell’ Olympic Day attraverso l’effettivo utilizzo del potere dell’immagine sportiva, un patrimonio inestimabile per le presenti e per le future generazioni fondato sui principi di lealtà e correttezza”.

La FICTS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs (riconosciuta dal Comitato Internazionale Olimpico), che promuove i valori dello sport attraverso le immagini nelle 116 Nazioni affiliate nei 5 Continenti, partecipa attivamente alla “Giornata Olimpica” promuovendo – in contemporanea – una serie di proiezioni, di incontri e di eventi finalizzati alla cultura dell’Olimpismo nelle 16 sedi dei Festival del “World FICTS Challenge”. Milano, sede della FICTS, ospiterà una anticipazione di “SPORT MOVIES & TV 2019 – 37 Milano International FICTS Fest” (25 al 30 Ottobre) Finale del Campionato Mondiale della Televisione, del Cinema, della Cultura e della Comunicazione sportiva (www.sportmoviestv.com). Le altre città del Circuito Internazionale in cui sarà celebrato l’Olympic Day con eventi speciali sono: Barcellona (Spagna), Cote d’Azur (Francia), Kampala (Uganda), Liberec (Rep. Ceca), Lipetsk (Russia), Pechino (Cina), Rio de Janeiro (Brasile), Rotterdam (Olanda), San Paolo (Brasile), Tashkent (Uzbekistan), Tehran (I. R. Iran), Zlatibor (Serbia).

La FICTS celebra questa speciale giornata attraverso una serie di eventi che riconoscono le persone che fanno sport ogni giorno per se stessi, per le loro famiglie e per le comunità e mostra al mondo il ruolo che il Movimento Olimpico può svolgere nell’aprire la porta alla pace e in che modo lo sport può costruire ponti e riconciliare le persone. Una filosofia della vita che unisce sport, cultura e istruzione a beneficio dell’umanità.